MASTOPLASTICA ADITTIVA

DESCRIZIONE INTERVENTO

È stato recentemente calcolato che sono circa 35 milioni le pazienti portatrici di protesi mammarie al mondo.
La mastoplastica additiva è l’ intervento che permette di aumentare il volume del seno, sia quando questo non si è mai sviluppato in modo completo, sia quando ha perso tono e volume in seguito a calo di peso o allattamento.
Comporta l’impianto di protesi, collocate a seconda dei casi sotto la ghiandola mammaria oppure più in profondità, sotto il muscolo pettorale.

Ci saranno cicatrici?

Si. Le protesi mammarie possono essere inserite attraverso tre vie di accesso che sono quella ascellare, quella periareolare (intorno alla emi-circonferenza inferiore o superiore dell’areola mammaria) e quella sottomammaria (a livello del solco sottomammario).
La scelta della sede d’incisione viene concordata prima dell’intervento e dipende dalla situazione anatomica locale (dimensioni dell’areola, definizione del solco sottomammario), dal tipo e dalle dimensioni delle protesi scelte, dalle preferenze del Chirurgo e della Paziente.
Dopo la maturazione definitiva delle cicatrici (che avviene in qualche mese) la cicatrice appare come una sottile linea bianca, simile a una smagliatura.
Che protesi vengono utilizzate?
Le protesi sono costituite di silicone, e possono essere rotonde, cioè con base circolare, oppure anatomiche, cioè con forma a goccia.

La scelta della protesi mammaria adeguata (ne esistono di varie misure e forme) dipende dal volume e dalla forma del seno di partenza.

Quanto dura l’ intervento? Che tipo di anestesia si usa?

L’ intervento viene eseguito in anestesia generale.
Dura all’ incirca 90/120 minuti.
La paziente dopo l’ intervento si sveglierà con delle medicazioni compressive e talora, se il chirurgo lo riterrà necessario, con dei drenaggi a livello delle ascelle.

RECUPERO DOPO L’ INTERVENTO

Quali sono i tempi di recupero?

I tempi di recupero da un intervento di mastoplastica additiva sono circa 3/ 5 giorni per riprendere l’attività fisica quotidiana come muovere le braccia senza difficoltà, lavarsi, guidare, etc.
La paziente verrà seguita ambulatoriamente une/due volte a settimana, per il rinnovo delle medicazioni e la rimozione dei punti, che avviene in genere dopo 7 giorni.
L’attività sportiva può essere ripresa dopo 15 giorni se non coinvolge le braccia mentre si deve attendere almeno un mese per gli altri esercizi.
In tutte le pazienti è indicato l’utilizzo di un reggiseno elastico contenitivo o di altro tipo, secondo prescrizione medica, anche per un mese dopo l’intervento.

Qual è il decorso post-operatorio?

Nel periodo post-operatorio potrà essere avvertito in regione pettorale un certo dolore, più accentuato nel caso in cui le protesi siano state posizionate sotto il muscolo gran pettorale, che regredirà nel giro di qualche giorno

PROBLEMI E COMPLICAZIONI

Il risultato è definitivo?

I risultati ottenuti con una mastoplastica additiva sono permanenti e definitivi. Sebbene le protesi mammaria siano state fabbricate per durare tutta la vita della paziente c’è la possibilità che vengano sostituite: la complicanza più frequente è la contrattura capsulare: attorno alla protesi il nostro organismo crea normalmente una cicatrice, la capsula: normalmente questa si mantiene morbida e sottile.
In una piccola percentuale di pazienti la capsula si contrae, modificando la forma e la naturalezza del seno: in questi casi è necessario reintervenire per rimuovere la capsula e sostituire le protesi.

Quali sono le complicanze più frequenti?

Possibili complicanze sono il sanguinamento (la paziente viene riportata in sala operatoria per risolvere il problema) e l’infezione: per questo motivo la paziente è sottoposta a terapia antibiotica, sia durante l’ intervento che nei giorni successivi, per circa una settimana.
E’consigliabile rivolgersi a un chirurgo esperto, specialista in chirurgia plastica, che sappia consigliare la soluzione migliore in base alla sua esperienza e sappia affrontare le eventuali complicanze del postoperatorio.