CHIRURGIA POSTBARIATRICA

Di cosa si tratta?

Con la crescente popolarità della chirurgia bariatrica il rimodellamento del corpo dopo un significativo calo ponderale è diventato un elemento sempre più importante nella terapia dell’obesità.
La chirurgia plastica ricostruttiva post-bariatrica è la branca della chirurgia plastica che si occupa del rimodellamento della figura corporea nei gravi esiti di obesità e dimagramento.
I pazienti obesi devono essere informati che non esiste alcuna procedura di chirurgia plastica che permette di ottenere un calo ponderale significativo e stabile nel tempo. Questi pazienti devono essere inviati presso un medico specialista nella cura dell’obesità o, nel caso in cui sia già stata tentata senza successo una terapia medica, inviati a visita presso un chirurgo bariatrico.

Vari sono gli interventi di chirurgia bariatrica oggi a disposizione:

  1. by-pass gastro intestinale
  2. resezione gastrica
  3. posizionamento palloncino intra-gastrico

Solo una volta conseguito un dimagrimento sufficiente potrà essere affrontata l’ipotesi di un intervento rimodellante di chirurgia plastica post-bariatrica.

Quando può essere eseguita?

Pazienti obesi in fase di dimagrimento devono essere incoraggiati a raggiungere un peso ottimale consci del fatto che: maggiore è il dimagrimento migliore sarà il risultato raggiunto con gli interventi di chirurgia plastica.
Pazienti che hanno avuto un calo ponderale importante sono i pazienti candidati agli interventi per il rimodellamento del profilo del corpo.

In cosa consiste la visita?

Durante la visita si valutano attentamente la storia clinica del paziente, i precedenti interventi chirurgici, l’anamnesi farmacologica, l’eventuale presenza di allergie e le motivazioni che hanno spinto il paziente verso questa decisione. Al termine della visita saranno indicate le strategie terapeutiche più appropriate, spiegando i vantaggi e gli svantaggi delle diverse possibilità.

Che interventi sono eseguibili?

Le procedure chirurgiche utilizzate sono:

  • Brachioplastica (Lifting delle braccia), quando è presente un eccesso di cute e tessuto adiposo che interessa le braccia.
  • Mastopessi, nelle donne, quando è presente una ptosi mammaria, cioè uno scivolamento verso il basso delle mammelle ( se necessario è previsto l’ utilizzo di protesi)
  • Trattamento della ginecomastia, negli uomini, quando è presente un aumento di volume delle mammelle.
  • Addominoplastica, quando è presente un eccesso di cute e tessuto adiposo a livello addominale.
  • Lifting delle cosce quando è presente un eccesso di cute e tessuto adiposo che interessa la superficie mediale delle cosce.
  • Liposuzione, è frequentemente usata in associazione agli interventi

Quanti interventi sono previsti?

Abitualmente la prima zona che i pazienti preferiscono migliorare è l’addome, seguita dalla porzione superiore del corpo, mammelle e braccia, e come ultimo il rimodellamento delle cosce.
Solitamente vista la tipologia dei pazienti è preferibile eseguire una procedura alla volta, onde ridurre i tempi operatori e i conseguenti rischi